Le migliori razze di cavalli da salto

Le razze di cavalli per il salto ad ostacoli più veloci e prestanti

Nell’arco della sua evoluzione la morfologia del cavallo si è considerevolmente evoluta. Oggi il cavallo è un animale dal corpo possente, fatto per la velocità e la reattività. Tagliato per la corsa e compagno perfetto per numerosi sport.
Qualsiasi cavallo, che sia di razza pura o razza mista, è perfettamente all’altezza di competere alle Olimpiadi. Nella maggior parte dei giochi olimpici di equitazione però vengono scelte delle razze di cavallo che predominano, quanto a bravura e competenza nel salto, rispetto ad altre.
Scopriamo insieme quali sono le razze equine che ci restituiscono i migliori cavalli da salto ad ostacoli.

Le razze di cavalli da salto più antiche

Tra le razze di cavallo più antiche più utilizzate per il salto vi è il purosangue inglese: il più veloce al mondo. Questi è stato allevato in Inghilterra nel XVII e XVIII secolo incrociando tre stalloni arabi con fattrici inglesi.
I purosangue sono divenuti i perfetti cavalli da corsa e salto ad ostacoli, influenzando l’allevamento in tutto il mondo perché eccellenti esempi da eguagliare. Il purosangue inglese gareggia sia nelle corse tradizionali che in quelle con salto ad ostacoli, in particolare è il re nel salto delle siepi perché veloce e coraggioso.

Altre razze perfette per le gare da salto sono:

  • Il cavallo anglo-arabo;
  • Il cavallo arabo;
  • L’Akhal Tekè.

è un incrocio tra la razza araba e il purosangue inglese. Ha la bellezza e l’intelligenza dell’arabo ma le dimensioni e la velocità del purosangue inglese. Questa razza originaria dell’ Inghilterra ebbe molto successo soprattutto in Francia. Gli anglo-arabi gareggiano con successo nelle gare di endurance con monta inglese, oltre ad essere degli eccellenti saltatori.

Il profilo della loro testa è più dritto rispetto a quello dell’arabo, la fronte larga e delle lunghe gambe così da eccellere nei salti più complessi.

L’Akhal-Tekè è un cavallo allevato nei deserti del Turkmenistan, a nord dell’Iran. È un animale molto resistente, conosciuto per i suoi risultati nel fondo e nella corsa, ma in realtà è anche un’ottima razza di cavallo da salto ad ostacoli e per dressage. Si tratta di un cavallo dall’aspetto insolito perché presenta corpo e collo molto esili ma le zampe lunghe e un temperamento coraggioso e forte.

Le razze equine perfette per il salto ad ostacoli

Nella classifica annuale della Federazione internazionale delle razze equine sportive (WBSFH) l’Hannover si ritrova frequentemente sul podio tra i migliori esemplari per il salto ad ostacoli nelle discipline olimpiche.
Si tratta di una delle più antiche razze equine tedesche, proveniente dalla Sassonia. Fu incrociato per ottenere un cavallo prestante che fosse adatto all’esercito ma anche come cavallo da tiro per le carrozze dell’aristocrazia locale. L’Hannover è robusto, dalla fronte larga e l’occhio calmo e intelligente, è una razza estremamente polivalente nello sport.
Si distingue sistematicamente ai più alti livelli del salto ad ostacoli ed è spesso usato come elemento migliorativo per altre razze di cavalli sportivi.

Tra i cavalli da salto più amati, di natura calma anche se leggero e scattante, vi è poi l’Olandese. Una razza equina creata nel XX secolo incrociando il purosangue inglese con il Gelderlander e il Groningen, è tra i migliori cavalli da competizione ad oggi. Questo perché ha un temperamento tranquillo ma al contempo è forte ed atletico con zampe muscolose, petto profondo e collo lungo.

Una razza di cavallo numerosa negli Stati Uniti è l’Appaloosa, originatasi nelle tribù degli indiani d’America. Comunemente indicato come cavallo per la monta western è invece molto valido nel salto ad ostacoli e nelle cavalcate di cross-country con sella inglese.
Sempre numerosa negli Stati Uniti, utilizzata soprattutto per l’allevamento, vi è la Paint horse. Un cavallo dal mantello pezzato, compatto e muscoloso come il Quarter horse ma più scattante nei salti e apprezzato per la docilità dai dilettanti.

Razze di cavalli da salto: il cavallo da sella francese, svedese e il sella italiano

Il cavallo da sella francese è tra le migliori razze sportive a livello internazionale, oltre che la più presente in Francia. Nato dall’incrocio tra il purosangue inglese e giumenti locali è il risultato di generazioni e generazioni di allevatori della Normandia. Questi erano intenzionati a produrre proprio dei campioni di salto ad ostacoli.
Ancora oggi la potremmo definire una razza in costante miglioramento ed evoluzione: gli allevatori tengono d’occhio le sue performance al salto ad ostacoli per migliorarne la prestanza muscolare e l’andatura energica.

Il cavallo svedese da sella è un altro cavallo da salto a sangue caldo molto bravo nelle sue prestazioni sportive, selezionato intrecciando cavalli spagnoli, orientali e frisoni.
Si distingue oggi anche nel concorso completo affrontando barriere di cross-country con coraggio e destrezza memorabili.

La razza equina del sella Italiano ha origini relativamente più recenti. Deriva dall’incrocio con il purosangue inglese, l’arabo, l’anglo-arabo e le fattrici italiane usate come cavalli da tiro.
Tra le razze equine dal fisico più proporzionato e resistente, il sella italiano presenta spalle profonde e potenti, testa elegante, fronte larga e zampe affusolate.

Abbiamo compreso quanto il salto ad ostacoli sia la disciplina mediatica probabilmente più praticata a livello agonistico, quella che offre uno spettacolo veramente mozzafiato. Per tale motivo è importante scegliere le razze di cavalli in grado di produrre le migliori falcate, dal buon carattere così da connettersi armonicamente col proprio cavaliere.