Cavallo sportivo: i vantaggi dell’integrazione con elettroliti

Elettroliti per cavalli sportivi Porrini Franco

Il cavallo sportivo fonda sull’energia, la costanza, la concentrazione e un grande equilibrio psicofisico le chiavi del suo successo. Chiedere il massimo al proprio cavallo significa anche sapergli fornire una cura eccellente dell’alimentazione che tenga conto del suo fabbisogno energetico e che sia direttamente proporzionale al suo impegno agonistico.

Scopriamo come calcolare il fabbisogno effettivo per il tuo cavallo così da fornirgli il giusto apporto di proteine, sali, vitamine, grassi e quali siano i vantaggi di un’integrazione con elettroliti.

Cavallo sportivo: gli elettroliti a cosa servono?

Nel cavallo sportivo la sudorazione provoca una notevole perdita degli elettroliti che conduce ad un calo delle performance. Per questo è fondamentale l’integrazione isotonica per prevenire i crampi, mantenere costante il rendimento e la concentrazione del tuo cavallo.

Gli elettroliti sono dei minerali presenti nel sangue e nei tessuti. La loro insufficienza determina forti stati di disidratazione nel cavallo sportivo e un calo nei risultati competitivi. Tra i più importanti elettroliti atti a favorire il recupero ricordiamo:

  • Il Sodio (Na)
  • Il Cloro (Cl)
  • Il Potassio(K)
  • Il Magnesio (Mg)
  • Il Calcio (Ca)

I minerali vengono perduti in buona sostanza attraverso le urine, le feci e la forte sudorazione. Se questi cali vengono immediatamente rimpiazzati attraverso del mangime complementare e un buon riposo si potrà davvero favorire il recupero psico-fisico.

Favorire il recupero di un cavallo sportivo attraverso questi minerali significherà regolare l’omeostasi ovvero il bilanciamento dei fluidi nelle cellule dell’organismo.

Se allo stato brado un cavallo passa il 70 % del suo tempo ad ingurgitare tutto ciò che gli occorre, ingerendo cortecce e terra per reintegrare i minerali, un cavallo da scuderia sportivo dovrà essere controllato nella perdita e reintegrazione dei sali per evitare i cali di rendimento atletico e gli infortuni dovuti alle carenze.

Cavallo sportivo: come accorgersi della carenza di elettroliti?

Per intervenire con del mangime complementare e favorire il recupero del cavallo sportivo bisognerà prima riuscire ad individuare la carenza specifica. Una carenza elettrolitica in genere comporta:

  •   Pelo molto opaco
  •   Depressione e irascibilità del cavallo
  •   Forte calo delle performance atletiche
  •   Urine molto scure

Il cavallo sportivo sottoposto ad intenso e continuo allenamento durante le stagioni calde e ad alto tasso di umidità esige un’integrazione elettrolitica a lento rilascio con mangime complementare o integratori. In estate questo tipo di pastoni possono essere offerti come bevanda reidratante nel post gara e in inverno come rinfrescante integratore naturale.

Bisogna fare attenzione quando si aggiungono integratori di elettroliti puri perché potrebbe avvenire una riduzione integrativa del quantitativo giornaliero se il cavallo sportivo non beve del tutto le dosi.

Un cavallo sportivo perde durante le corse dai 5 ai ben 10 litri di sudore, quello da endurance arriva anche a 25 litri: è essenziale per favorirne il recupero, essere attenti a questi cali elettrolitici e saper bilanciare con mangime complementare di qualità.

Cavallo sportivo: come calcolare il fabbisogno di elettroliti?

Gli elettroliti sono dei minerali preziosissimi presenti nei liquidi del corpo e che sebbene costituiscano solo una microscopica frazione del peso corporeo del cavallo sportivo rivestono un ruolo importante. Se mancano all’interno dell’alimentazione del cavallo conducono ad importanti problematiche.

Come si calcola il fabbisogno di elettroliti e la quantità di mangime complementare esatta? Tenendo innanzitutto conto di fattori variabili come:

  • Lo stato riproduttivo e l’età del cavallo: un puledrino o una fattrice gravida o in lattazione richiederanno una maggiore quantità di elettroliti e vitamine.
  • La stagionalità e la location: sappiamo che gli elettroliti vengono espulsi per gran parte con il sudore, se il tuo cavallo sportivo si allena a luglio e magari in un luogo afoso e umido avrà bisogno di più minerali per favorire il recupero muscolare.
  • L’attività svolta: un cavallo sportivo e adulto a riposo avrà un fabbisogno di elettroliti inferiore rispetto a quello che sta svolgendo allenamenti duri.

Il 70% – 80% dell’energia utilizzata dai cavalli durante l’allenamento fisico è dispersa tramite il calore. Se questi svolgerà un lavoro leggero di trotto la produzione di calore aumenterà di circa 15 volte rispetto a quella prodotta durante il riposo. La sudorazione comporterà la perdita di acqua sì ma anche abbiamo detto di sodio, cloro, di potassio e lievemente di calcio e di magnesio, e sarà essenziale compensare con un’integrazione immediata per evitare crampi e gli infortuni su terreno. In merito all’uso del mangime complementare per il cavallo sportivo, il calcolo del fabbisogno è ovviamente più complesso e terrà conto dell’intensità e della durata dello sforzo, della razza e del tipo di gara.

Rispondi alle esigenze del tuo cavallo sportivo, scegli di favorire il suo recupero al meglio con le nostre linee studiate ad hoc.